Home Page Associazione TeMIn Eventi In Programmazione Workshop Rassegna Stampa Contatti  

 

Treemonisha a Firenze

Parlano i protagonisti

 

Francesco Barbieri è il tenore che interpreterà Andy

Ci racconti di te e delle tue precedenti esperienze?

Ho iniziato a cantare proprio nel coro Desiderio da Settignano con Johanna. Grazie a lei, e alla sublime messa da Requiem di Verdi (che stavano provando quando sono arrivato), ho scoperto la musica classica e la lirica, e ben presto ho capito che non potevo farne a meno. Ho iniziato a studiare canto, prima privatamente, poi alla Scuola di musica di Fiesole, e infine al Conservatorio di Bologna, dove studio da due anni. Fino adesso le mie esperienze musicali hanno riguardato perlopiù musica antica d'insieme, ma passo dopo passo sto cercando di entrare nel mondo della lirica...

Conoscevi Treemonisha di Scott Joplin?

Non conoscevo questa opera, e conoscevo molto poco anche l'autore. I miei interessi musicali, nel settore della classica, non avevano mai "varcato l'oceano"; tuttavia sono rimasto sorpreso dalla vivacità e dalla energia che scaturisce da questa musica.

Ci parli del tuo personaggio e del tipo di lavoro che stai facendo per interpretarlo?

Interpreto Andy, compagno di Lucy, un uomo semplice e onesto che vive con serenità la dura vita dei lavoratori del cotone. Come tutto il suo popolo, prende a cuore il destino di Treemonisha e cerca di difenderla con tutto se stesso. Per interpretarlo ho avuto bisogno di immedesimarmi in una realtà molto diversa dalla nostra: una vita piena di fatiche, 12 ore di lavoro per un pezzo di pane, e nonostante tutto, si saluta il giorno che viene col sorriso e si balla con energia con i propri compagni. Un bell'esempio...

Cosa rappresenta per te l’opera? Quali sono i tuoi modelli?

Sinceramente, in alcuni momenti, penso che l'opera sia la massima espressione artistica con cui l'uomo comunica l'animo e i sentimenti che il mondo e la vita gli ispirano. Non sempre la cosa riesce bene, ma quando riesce... I miei modelli sono diversi (ho gusti molto variegati!): Franco Corelli, Hugo Florez, Sara Mingrado, Tito Gobbi e potrei continuare ancora per molto...

Cosa ti piacerebbe che rimanesse nel pubblico dopo la messa in scena di Treemonisha firmata dall’associazione Chianti Lirica?

La curiosità verso un genere musicale inesplorato nel nostro paese, un genere ricco di energia e di carnalità, che ha inspirato musiche moderne che sono giunte sino a noi senza passare per "classiche". E poi vorrei che rimanesse il piacere e la vivacità di un bello spettacolo!



 

 

Torna all'indice

 

 

Associazione musicale TeMIn Chianti Lirica | Via Prachatice 34 | 50023 Impruneta Fi.| Tel. e Fax +39.055.2029970  |Cell. +39.339.5019181
P.Iva 05710290486